FANDOM


SommarioModifica

  • Titolo completo: Frammento: su Artaeum
  • Autore: Taurce il-Anselma
  • Valore: 5
  • Peso: 1

EffettiModifica

  • Nessuno

Dove trovarloModifica

ContenutoModifica

L’isola di Artaeum (ar-TAI-um) è la terza in ordine di grandezza dell’arcipelago di Summerset, situata a sud del villaggio di Moridunon di Potansa e a ovest del villaggio interno di Runcibae. E’ ben nota per essere la dimora dell’Ordine Psijic, forse il più antico ordine monastico di Tamriel.

Le più antiche registrazioni scritte in merito agli Psijic risalgono al 20° anno della Prima Era e narrano la leggenda del famoso saggio e autore bretone, Voernet, che viaggiò fino all’isola di Artaeum per incontrarsi con Iachesis, il maestro dei rituali Psijic.

Perfino allora, gli Psijic erano consiglieri di re e sostenitori dell’Antica Dottrina, insegnata loro dalla razza primordiale che abitava le terre di Tamriel. L’Antica Dottrina è una filosofia di meditazione e studio orientata a legare le forze della natura alla volontà individuale. Differisce dalla magicka nelle origini, ma gli effetti sono per lo più identici.

Detto ciò, è forse più di una coincidenza che l’isola di Artaeum letteralmente svanì dalle spiagge di Summerset all’inizio della Seconda Era, pressappoco quando venne fondata la Gilda dei Maghi di Tamriel. Numerosi storici e studiosi hanno pubblicato teorie in merito, ma forse soltanto Iachesis e il suo ordine potrebbero far luce sull’argomento.

Trascorsi cinquecento anni, Artaeum comparve di nuovo. Gli Psijic dell’isola erano costituiti da persone, principalmente elfi, che scomparvero e furono ritenuti morti nella Seconda Era. Non furono in grado o non vollero fornire alcuna spiegazione in merito all’ubicazione di Artaeum durante quel periodo o al destino di Iachesis e del consiglio originario.

Attualmente, gli Psijic sono guidati dall’erudito Celarus, che ha presieduto il Consiglio di Artaeum per gli ultimi duecentocinquanta anni. L’influenza del consiglio sulle questioni politiche delle terre di Tamriel è alterna come la marea. I re di Summerset, in particolare i re di Moridunon, hanno spesso cercato consiglio agli Psijic. L’Imperatore Uriel V fu notevolmente influenzato dal consiglio nella prima e più gloriosa parte del suo regno, prima del suo disastroso attacco ad Akavir. E’ stato perfino suggerito che la flotta di Re Orghum di Pyandonea sia stata distrutta dall’azione congiunta dell’Imperatore Antochus e dell’Ordine Psijic. Gli ultimi quattro imperatori, Uriel VI, Morihatha, Pelagius IV e Uriel VII, si sono mostrati alquanto sospettosi nei confronti degli Psijic, tanto da rifiutare la presenza di ambasciatori dell’isola di Artaeum entro la Città Imperiale.

L’isola di Artaeum è difficile da raffigurare geograficamente. Si dice che l’isola si muova costantemente in modo casuale o per editto del consiglio. La presenza di visitatori è talmente rara da essere quasi senza precedenti. Chiunque desideri un incontro con uno Psijic potrà trovare contatti a Potansa o Runcibae, oltre che in molti altri regni di Summerset.

Se solo fosse più accessibile, Artaeum sarebbe una destinazione favorita dai viaggiatori. Io sono stato sull’isola una volta sola e ancora sogno dei suoi idilliaci frutteti e sconfinati pascoli, delle sue immobili e silenziose lagune, dei suoi boschi immersi nella foschia della singolare architettura Psijic, così perfettamente naturale e integrata nel paesaggio eppure assolutamente mirabile. In particolare, desidererei studiare la torre di Ceporah, trattandosi di una reliquia, salvata da una civilizzazione che saccheggia gli elfi alti da numerose centinaia di anni, e ancora usata in alcuni rituali dagli Psijic. Forse un giorno vi farò ritorno.

[Nota: l’autore si trova attualmente sull’isola di Artaeum per gentile concessione del Maestro Sargenius el Consiglio di Artaeum.]