FANDOM


SommarioModifica

  • Titolo completo: Notte delle Lacrime
  • Autore: Dranor Seleth
  • Valore: 5
  • Peso: 1

EffettiModifica

  • Nessuno

Dove trovarloModifica

ContenutoModifica

Saarthal ricopre un ruolo prominente nella storia di Skyrim, benché molti non si ricordino questo nome. Si tratta, naturalmente, del luogo dove sorse uno dei primi grandi insediamenti nord, una delle prime città degli uomini a Skyrim e la più antica capitale della loro civiltà. Fu anche teatro di terribili spargimenti di sangue, quando gli elfi cercarono di scacciare i nord da Skyrim, soltanto per incorrere nella collera Ysgramor e dei suoi leggendari Cinquecento Compagni, che allontanarono gli elfi da Skyrim e ne fecero a pieno titolo la dimora dei nord.

Tutto questo è risaputo, ma null’altro si sa. Cosa accadde nella Notte delle lacrime, quando Saarthal venne rasa al suolo? Cosa spinse gli elfi a lanciarsi in un attacco così violento e vile, e cosa provocò una risposta così impetuosa dei nord?

Il Trattato di Vingalmo, stipulato in occasione dell’Incidente altmer, sembra suggerire che gli elfi dell’Era Meretica, insieme alle loro controparti, gli antichi dwemer, avessero raggiunto uno sviluppo senza pari a Tamriel. La loro potenza era maggiore di quanto avrebbe dovuto essere. Anche se non esiste una precisa spiegazione di questo fatto, ritengo che quest’opera, confrontata con i primi scritti di Heseph Chirirnis, lasci intendere che quella notte, a Saarthal, fosse all’opera un potere superiore.

Le vere motivazioni dietro la Notte delle lacrime ci sono state celate dal passare del tempo, ma io ritengo che non fosse una semplice guerra per il controllo di un territorio, né dell’intera Skyrim. Io credo che ciò che accadde fu un evento significativo, legato a qualcosa di veramente particolare.

Quando i nord costruirono la loro città, trovarono qualcosa, sepolto in profondità nel sottosuolo. Cercarono di tenerlo nascosto, ma gli elfi ne vennero a conoscenza e lo reclamarono per sé. Così assalirono Saarthal, non per scacciare i nord, ma spinti dal desiderio del potere. Io credo che Ysgramor sapesse qualcosa di ciò che gli elfi avrebbero trovato sotto Saarthal e che abbia radunato la sua gente per impedire che ci riuscissero. Quando i nord tornarono a controllare Skyrim, questo misterioso oggetto venne sepolto nuovamente e sigillato.

Il tempo ci ha nascosto questi eventi, ma spero che sarà il tempo stesso a mostrare la verità di queste parole. Faremo qualunque cosa per ritrovare Saarthal e con essa ciò che ci è stato celato.